Sandro Pertini ricorda Antonio Gramsci

Oggi, quarant’anni fa veniva eletto Sandro Pertini. Riporto qui sotto una citazione di una missiva riscoperta da poco. La lettera era indirizzata all’ex presidente Leone. E’ un citazione che ci ricorda cosa significa essere uomini liberi e uomini di cultura.

«Analfabeta? Se tu avessi letto solo una parte di quello che ho letto io per vincere la solitudine del carcere e il peso del confino ti sentiresti una biblioteca ambulante. Quattordici anni di detenzione, sopportati anche per la tua libertà di dire e fare sciocchezze degradanti»

« […] gente come me sacrificava la giovinezza anche perché tu ti sentissi libero e più uomo… ma in piedi e non in ginocchio»

Questo estratto mi fa anche pensare che è possibile criticare qualcuno visceralmente senza necessariamente mandarlo a quel paese.

Mi ero impegnato a scrivere un post leggero e divertente ma con Pertini non riesco a essere leggero. Pazienza.

http://presidenti.quirinale.it/Pertini/per-elezione.htm