Horror vacui – tutto molto 2000

E’ il 1° Settembre e io ho l’horror vacui. Potrebbe essere di tutto, indigestione di biscotti (sono un Keksefresser dice Bea), che non sto più con Lucio che ha iniziato il centro estivo, che sto leggendo il commento di Ravasi al Qohelet, oppure un classico terrore del vuoto. Dopo tre ore di camminata senza cuffie credo di avere capito cos’è.

Premessa veloce. Io faccio l’insegnante di tedesco per scelta, nel senso che per me è una vocazione. Ho provato a fare altri lavori ma non riesco a non pensarmi docente, insegnante. Non spiegherò qui perché. Lo spiegherò in futuro. Premessa terminata.

Mi manca la scuola e con essa tutto quel senso di stare insieme per trasformare noi stessi e il mondo, per tutta quella carica di energia e ho una maledetta paura di non poterci ritornare.

Sia chiaro, la scuola non è né la mia vita né il senso perché ho molti Sensi nella mia esistenza: la mia famiglia, la mia moto Sabrina, la comprensione del Qohelet, migliorare il rovescio a tennis ed eliminare dalla faccia della terra le birre artigianali.

Però la scuola è una specie di colonna portante della mia esistenza perché è la manifestazione fisica della Cura, se volete dell’Amore, sia chiaro Eros.

Quindi, vi prego, aprite le scuole e rinchiudetemi dentro con i miei studenti.

Ancora una volta credo di provare Heimweh. E’ dal 2000 che va così.

Chi abita in centro a Verona sa che quello della foto è il cortile di una scuola, sempre sorvegliato da quel cane.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...